Warning: Declaration of GDLR_Import::bump_request_timeout() should be compatible with WP_Importer::bump_request_timeout($val) in /home/mhd-01/www.equoevento.org/htdocs/wp-content/plugins/goodlayers-importer/goodlayers-importer.php on line 27
Le best practice del recupero del cibo | equoevento onlus

Chi siamo | Diventa un volontario | Contatti
lun-ven: 10:00-12:00; 15:00-17:00 +39 3398411477 info@equoevento.org

Equoevento Onlus a Milano in Piazza Affari

Le best practice del recupero del cibo

Sempre maggiore attenzione suscita il tema dello spreco alimentare, e la conseguente corretta gestione delle eccedenze. Sull’argomento in questione Equoevento è intervenuta a Milano in un seminario organizzato dalla Delegazione Lombardia di Federcongressi&eventi, mercoledì 10 dicembre, presso Palazzo Mezzanotte, a piazza degli affari. Punto di partenza per il dibattito sono stati i dati relativi al cibo che ogni anno finisce nella spazzatura: solo in Italia parliamo di 6,6 milioni di tonnellate. Una cifra che lascia poco spazio all’immaginazione, obbligando la società civile a prendere ogni iniziativa necessaria affinché quello che è destinato ad essere spreco, possa trasformarsi in risorsa.

Equoevento approda in lombardia

Nello specifico il tema del seminario andava a toccare l’aspetto dell’impegno sociale della meeting industry, ed è intervenuto chi, come Equoevento, è in prima linea e si adopera nel campo del recupero del cibo. E’ il caso di Banco Alimentare Onlus, che solo nel 2013 ha recuperato ben 3 milioni di pasti in Italia, attraverso una rete che riceve le donazioni dei soggetti della filiera agroalimentare per poi ridistribuirli a chi ne ha più bisogno, e nello specifico è stato illustrato il programma “Siticibo”, dai responsabili della comunicazione e delle risorse umane dell’Hotel Principe di Savoia di Milano.
Il tutto è stato concluso dal dirigente della Camera di Commercio di Verbano Cusio Ossola, che ha dimostrato come consorziando gli operatori alimentari locali, è possibile ridurre l’impatto ambientale e i consumi, in un’ottica di partenariato di rete. Equoevento rappresenta una novità, non solo per quanto riguarda l’intervento sulla tematica dello spreco attraverso la collaborazione con grandi alberghi, assicurando così l’eccellenza sulla tavola delle mense caritatevoli, ma anche perché è un progetto giovane,  che da speranza in prospettiva. Equoevento mette così in campo la freschezza di chi non vuole rimanere a guardare, a disposizione di una problematica che, per quanto complessa, col giusto approccio può essere affrontata e risolta.

Lascia un commento